Review

Christmas Carol

Canto di Natale

Cos’è Natale senza il classico Natalizio di Charles Dickens ambientato nella Londra vittoriana! Chi non conosce Ebenezer Scrooge e visto almeno un paio di trasposizioni cinematografiche?⠀

Io facevo parte di questo gruppo. Conoscevo la storia e ho visto diverse versioni in tv, da Canto di Natale di Topolino alla spettacolare versione in 3D di Jim Carrey.

Purtroppo non ho mai avuto la possibilità di leggere il romanzo, per questo sono stata felicissima quando nel nostro gruppo GDL abbiamo deciso di leggere questo classico natalizio. ⠀
Christmas Carol ormai lo sanno anche i paracarri narra della conversione del vecchio e tirchio Scrooge, visitato nella notte di Natale da tre spiriti (il Natale del passato, del presente e del futuro), preceduti da un’ammonizione dello spettro del defunto amico e collega Jacob Marley. ⠀
Durante tutta la lettura ho percepito la meraviglia e la magia di questa storia. La conversione di Scrooge mi ha scaldato il cuore. ⠀

Canto di Natale è davvero il libro per eccellenza da leggere per sentire la magia del Natale e l’amore delle feste!


E quindi senza dubbi posso affermare che questo classico del grande Charles Dickens entra di diritto nella lista MUST Read!


Non di meno l’edizione che ho comprato di Crescere Edizioni è perfetta anche per i più giovani con fantastiche spiegazioni delle peculiarità inglesi a pié di pagina! ⠀



✨🎁 Buon Natale a tutti voi 🎁✨⠀

Review

Il giro del Mondo in 80 giorni

Chi non ha mai sentito parle di Phileas Fogg e il suo famoso giro del mondo
Conoscevo la storia a grandi linee, visto film e quando ero piccola c’era un cartone animato a puntate che andavano in mongolfiera e Phileas era in Leone, qualcuno se lo ricorda? Lo facevano sul mezzogiorno se non mi sbaglio.
Per non parlare del film con Jackie Chan! Pam parapam, dove a suon di cazzoti faceve un Passpartout poco francese.

Grazie al gruppo di lettura di @libriamociblog ho finalmente avuto la possibilità di leggere la versione originale uscita dalle penna di Verne! ⠀
Phileas Fogg è lo stereotipo del perfetto gentiluomo inglese. Calmo nelle tempeste, ingegnoso, freddo e coscienzioso!
E io amo tutto quello che è British! A parte il tè, ma non so quanto inglese si possa considerare.
Passpartout d’altro canto è l’opposto e le sue reazioni ai ritardi di viaggio portano un sacco di ilarità alla storia! ⠀
Fix e Auda contribuiscono e concludono la gang di viaggio perfettamente. ⠀
Sono passati quasi 150 anni dalla pubblicazione del romanzo, ma l’abitlità di Verne valica il corso del tempo e oggi come allora le pagine scoronno veloci 💛

Ho amato tutto di questo romanzo, dai personaggi alla storia così come lo stile in cui è stato scritto. Non vedo l’ora di leggere un altro romanzo di Verne e in effetti ho già messo gli occhi su Viaggio al centro della terra.

In ogni caso tra una fermata e l’altra Il girod del mondo in 80 giorni entra nella lista Must Read