Review

L’accademia del bene e del male

L‘accademia del bene e del male

Sophie e Agatha grandi amiche che vivono in un piccolo peasino di nome Galvadon. Sophie è bionda, bellissima e si prodiga per essere buona, mentre Agatha è più dark e solitaria!

Ogni quattro anni il villaggio viene funestato da un’ombra che rapisce due ragazzi e lì porta nella leggendaria Accademia del Bene e del Male, dove ragazze e ragazzi vengono preparati a diventare gli eroi e i cattivi delle fiabe. Con i suoi eleganti abiti rosa, le scarpette di cristallo e la passione per le buone azioni, Sophie sa che otterrà ottimi voti nella Scuola del Bene. Agatha invece sembra una perfetta candidata per la Scuola del Male. Quando arrivano all’Accademia le due ragazze fanno una scoperta sorprendente: Sophie finisce nella Scuola del Male a seguire lezioni di Imbruttimento, Trappole mortali e Storia della Cattiveria, mentre Agatha si ritrova nella Scuola del Bene, a lezione di Etichetta principesca. Si tratta di un errore? O forse il loro autentico carattere è diverso da ciò che tutti credono? Per Sophie e Agatha comincia un viaggio in un mondo straordinario, dove l’unico modo per uscire dalla fiaba è viverne una fino alla fine.

L’accademia del bene e del male è il bellissimo inizio di una saga intrigante e coinvolgente. Questo libro non è stato niente di quello che mi aspettavo, ma è stata sicuramente una piacevole sorpresa. È una storia che fa sognare!

Ultimamente, tranne rare eccezioni, ho avuto qualche problema nel farmi prendere completamente dai romanzi fantasy, nonostante sia il mio genere, ma finalmente l’accademia con i suoi colpi di scena e la scrittura coinvolgete è riuscita a prendermi del tutto.

Ringrazio Fra de @ilpoteredeilibri per avermi convinto a iniziare questa saga e spero di riuscire presto a sfoltire la mia TBR e leggere i prossimi volumi.